“La melanconia di Clara” di Anne Raeff

Questo bel romanzo della Raeff mi ha fatto subito pensare a una lunghissima invenzione a due voci. Da una parte c’è quella di Ruth, una vedova ultraottantenne sopravvissuta alla Shoah ed emigrata a New York. Dall’altra quella di Deb, sua nipote. L’anello di congiunzione fra le due donne è Clara, figlia della prima e madre della seconda. Nata nel campo di concentramento dove Ruth era stata rinchiusa assieme al marito Karl, Clara inizia a soffrire di depressione appena adolescente con crisi che, nonostante il matrimonio e la nascita della figlia, […]