“La melanconia di Clara” di Anne Raeff

Questo bel romanzo della Raeff mi ha fatto subito pensare a una lunghissima invenzione a due voci. Da una parte c’è quella di Ruth, una vedova ultraottantenne sopravvissuta alla Shoah ed emigrata a New York. Dall’altra quella di Deb, sua nipote. L’anello di congiunzione fra le due donne è Clara, figlia della prima e madre della seconda. Nata nel campo di concentramento dove Ruth era stata rinchiusa assieme al marito Karl, Clara inizia a soffrire di depressione appena adolescente con crisi che, nonostante il matrimonio e la nascita della figlia, […]

“Qualcosa sui Lehman” di Stefano Massini

La pubblicazione di questo “romanzo-ballata”, come lo definisce l’Autore, segue di un paio di anni quella della Lehman Trilogy, un testo teatrale da cui è stato tratto un fortunato spettacolo. Non so se le due opere siano figlie di un unico progetto, o se invece Massini si sia accorto solo dopo la pièce di avere per le mani un materiale così fecondo da consentirgli di elaborare un nuovo testo di quasi ottocento pagine. Fatto sta che il risultato mi pare eccellente in termini di scorrevolezza, piacevolezza e vivacità della scrittura. Si […]

“Notturno cileno” di Roberto Bolaño

In questo romanzo, breve ma di grande intensità emotiva e tensione ideale, Bolaño affida alla voce di Sebastián Urrutia Lacroix, un prelato dell’Opus Dei ormai sul letto di morte, il racconto della storia “di acciaio e di silenzio” del Cile di Pinochet. Scegliere come protagonista un uomo di Chiesa rappresenta certamente un preciso atto di accusa nei confronti delle gerarchie ecclesiastiche, spettatrici silenti quando non complici del regime, ma l’obiettivo dell’Autore è molto più ambizioso di questo, tutto sommato, scontato regolamento di conti. La innegabile e colpevole ambiguità della Chiesa è, […]

Breviter 2017 #06

Io venía pien d’angoscia a rimirarti di Michele Mari Confesso che, dopo la lettura di questo libro, i versi del celeberrimo idillio leopardiano dedicato al nostro caro satellite hanno improvvisamente assunto un nuovo e sorprendente significato, dalle sfumature gotiche, quasi horror. Perché se è vero, e arcinoto, che di fronte alla luna “la ricordanza e il noverar l’etate” dei dolori e degli affanni dell’esistenza molcevano il cuore del sommo poeta, Mari suggerisce che i motivi profondi di quella “angoscia” fossero altri e ben più inquietanti. Grazie a una straordinaria capacità […]

Breviter 2017 #05

Questa volta è la mia storia di Neil Simon Francamente dalla penna che ha scritto alcune delle più esilaranti commedie di Broadway, basti citare “A piedi nudi nel parco” e “La strana coppia”, mi aspettavo una lettura più interessante e, soprattutto, divertente. Confesso invece che all’ennesima dettagliata descrizione del travaglio legato alla creazione di un copione teatrale, ho cominciato ad annoiarmi. Non mancano aneddoti gustosi, anche se spesso si riferiscono a nomi poco noti al di fuori del mondo dello spettacolo statunitense, ma se l’Autore avesse applicato a questo libro […]